Le proteste contro il vaccino anti-COVID non si concretizzano in Italia

Le proteste contro il vaccino anti-COVID non si concretizzano in Italia

ROMA – I piani degli attivisti del vaccino anti-COVID per fermare i viaggi in treno in Italia sono andati in pezzi mercoledì mentre la polizia superava in numero i manifestanti nelle stazioni ferroviarie di tutto il paese. Il governo italiano ha portato avanti il ​​suo piano per richiedere i Green Pass per i viaggi a lunga distanza e il pass è diventato obbligatorio mercoledì.

Le autorità italiane hanno affermato di essere irremovibili sul fatto che nel Paese sia necessario fare di tutto per contenere il numero di nuove infezioni da COVID-19.

del vaccino anti-COVID
Il Green Pass, che richiede una singola dose di vaccino COVID o test negativi prima di viaggiare su treni ad alta velocità, voli nazionali, autobus interregionali e la maggior parte dei traghetti, è diventato obbligatorio il 1 settembre.
I manifestanti anti-vaccinazione hanno utilizzato i social media per chiedere proteste nelle stazioni ferroviarie di tutto il paese mercoledì.

Le autorità stanno lavorando per far cambiare idea a persone come questa donna non identificata a Roma, che è tra il 30% degli over 12 che non sono ancora vaccinati in Italia.

Dice alla televisione di stato italiana che non è d’accordo con il vaccino e non vuole essere vaccinata o testata.

Molti oppositori del vaccino affermano che richiederlo viola le loro libertà personali e molti affermano di non credere che i vaccini siano stati sufficientemente testati.

I manifestanti manifestano contro il piano Green Pass (pass sanitario), un certificato che mostra se qualcuno ha ricevuto almeno il…
FILE – I manifestanti manifestano contro il piano Green Pass (tessera sanitaria) che è diventato obbligatorio per accedere a una serie di servizi e attività ricreative, a Roma, Italia, 7 agosto 2021.

Tuttavia, in un paese che ha avuto quasi 130.000 decessi per COVID-19 dall’inizio dell’epidemia nel febbraio 2020, la maggior parte delle persone intervistate nelle stazioni ferroviarie ha affermato di essere favorevole alla decisione di richiedere il Green Pass.

Questa donna in procinto di salire a bordo di un treno ad alta velocità in una stazione di Roma ha detto alla televisione di stato italiana che pensava fosse la cosa giusta affinché le persone potessero viaggiare in sicurezza.

Solo una manciata di manifestanti si è presentata mentre la polizia si è schierata in gran numero per evitare interruzioni dei servizi.
Il ministro dell’Interno italiano Luciana Lamorgese e altri politici avevano chiarito che la violenza non sarebbe stata tollerata, ma solo proteste pacifiche.
L’avvertimento arriva dopo una serie di incidenti violenti che hanno incluso attacchi fisici a giornalisti che si occupavano di proteste contro il Green Pass.

Nei giorni scorsi, gli attivisti anti-vaccinazione hanno preso di mira anche politici e medici italiani sui social media per aver parlato a favore del Green Pass in quello che alcuni hanno definito un clima di odio contro la campagna di vaccinazione COVID-19.

quello che alcuni

Il governo del Primo Ministro italiano Mario Draghi ha introdotto il certificato Green Pass digitale o cartaceo all’inizio di questa estate. L’obiettivo era prevenire nuovi contagi e tenere sotto controllo i numeri, oltre a incoraggiare chi non è ancora vaccinato a farsi vaccinare.

Oltre ai divieti di viaggio, chi è sprovvisto di Green Pass non può mangiare al chiuso in ristoranti e caffè, non può entrare in cinema, teatri o centri ricreativi.

0 comments on “Le proteste contro il vaccino anti-COVID non si concretizzano in ItaliaAdd yours →

Leave a Reply

Your email address will not be published.